Immagine Antica Scala di Milano
Immagine Antica Scala di Milano
La Scala di Milano
La Scala di Milano
Libretto Salieri
Libretto Salieri

 

 

 

 

 

 

Oggi ricorre un grande anniversario per il tempio della musica nazionale: il 3 agosto del 1778 viene inaugurato un nuovo teatro a Milano che sarà da qui nei prossimi anni che verranno il tempio della lirica italiana. Un incendio nel 1776 aveva distrutto il teatro Regio Ducale e quindi l’imperatrice d’Austria Maria Teresa d’Asburgo decise di commissionare la costruzione del nuovo teatro all’architetto neoclassico di Foligno Giuseppe Piermarini che scelse come nuovo sito del teatro la Chiesa di Santa Maria alla Scala, chiamata così in onore della moglie di Bernabò Visconti Regina della Scala, tanto che fece esclamare a Thomas Jones questo : “ Con mia grande sorpresa vidi che stavano demolendo una chiesa per far posto ad un teatro.” Il Piermarini ispirandosi alla reggia del Vanvitelli costruita a Caserta, riuscì in soli due anni, vero tempo da record per le costruzioni ma eravamo sotto l’efficiente monarchia asburgica dell’Illuminismo, completando l’opera e inaugurando il teatro il 3 agosto alla presenza dell’Arciduca Ferdinando D’Asburgo-Este per la prima opera in assoluto rappresentata in questo nuovo tempio della musica milanese: “Europa riconosciuta” di Antonio Salieri su libretto dell’abate Mattia Verrazzi, l’eterno rivale musicale di Wolfang Amadeus Mozart. Infatti Pietro Verri, presente all’inaugurazione, scrisse al fratello Alessandro che si trovava in quel tempo a Roma: “la pompa dei vestiti è somma, le comparse ti popolano il palco di più di cento figure e fanno il loro dovere …. Gli occhi sono sempre occupati.”

(Visited 264 times, 1 visits today)