Bennetts British Superbike Championship

Ancora una brutta notizia dall’Isola Britannica, la seconda in due giorni, dove è morto Karl Harris un uomo di 34 anni. L’uomo è morto schiantandosi al 2° giro della gara Superstock alla Joey’s, il tratto di gara più veloce lungo 60,7 km. Il giorno prima era morto l’amico Bob Price, di 65 anni, schiantatosi contro un muro al Ballaugh Bridge.

Karl Harris non è il primo dei morti del TT, prima di lui purtroppo ce ne sono stati altri 231 dal 1907 al 2014. Karl Harris aveva debuttato al Tourist Trophy solo 2 anni fa.

Dopo l’incidente di Harris la corsa è continuata per altri due giri. Il vincitore è stato Michael Dunlop che con la sua BMW ha trionfato per ben 9 volte.

La tragica notizia ha scosso i piloti della Superbike in viaggio verso la Malesia, dove domenica si correrà la 6° prova del Mondiale: via twitter hanno espresso il loro cordoglio, tra gli altri, il ducatista Chaz Davies e l’astro nascente della Suzuki Alex Lowes.

Harris ha poi trascorso gran parte della sua carriera nella British Superbike, senza però mai vincere una gara. La sua stagione migliore fu probabilmente quella del 2006, quando chiuse quinto in classifica generale dietro a ‘mostri sacri’ della British Superbike quali Ryuichi Kiyonari, Leon Haslam, Gregorio Lavilla e Jonathan Rea, precedendo il pluri-campione Shane ‘Shakey‘ Byrne. Negli ultimi anni, dopo alcune saltuarie apparizioni in BSB, Harris ha debuttato al TT nel 2012.

(Visited 146 times, 1 visits today)